Logo per la stampa

Provincia autonoma di Trento - Ufficio attivitÓ sportive

 
 
 
 
 
 
 Home  Ufficio attivitÓ sportive
News
  • Lo scorso 9 settembre la Giunta provinciale ha approvato la deliberazione n. 1605 con cui ha aggiornato i criteri attuativi della legge provinciale sullo sport. Le novità riguardano in particolare lo spostamento dal 1° al 30 novembre della finestra per la presentazione delle domande in forma valutativa (manifestazioni, promozione, attività extra-regionale, giovani talenti, sport professionistico, sport e disabilità, progetti CONI), l’introduzione della disciplina attuativa dell’articolo 17 bis relativo ai contributi per aziende e privati che sponsorizzano le associazioni e società sportive (domande dal 1° al 31 ottobre per sponsorizzazioni effettuate nel 2021), l’estensione alle federazioni sportive operanti a livello provinciale della possibilità di presentare domanda di contributo per l’acquisto di pulmini per il trasporto delle rappresentative (domande dal 1° al 31 ottobre) oltre che di maggiorare il contributo della spesa documentata per eventuali allestimenti omologati per il trasporto di atleti disabili, il differimento a febbraio della presentazione delle domande di contributo per la costruzione, ristrutturazione, ampliamento e miglioramento delle strutture sportive di carattere locale. Restano invariate le scadenze per le domande dell’attività giovanile dilettantistica, per lo sport di cittadinanza per tutti, per le borse di studio sportive, per il funzionamento delle federazioni, per gli oneri assicurativi. I nuovi criteri avranno validità fin da subito per le nuove domande presentate in forma valutativa e a partire dal 1° gennaio 2023 per le domande presentate in forma automatica. Di seguito, nel dettaglio, le principali modifiche introdotte per ciascuna misura.

     
  • La deliberazione della Giunta provinciale n. 1119 del 24 giugno 2022 ha stabilito che un impianto sportivo per il quale è stata presentata domanda di agevolazione per la riqualificazione ai sensi dell’articolo 33 della legge provinciale 26 aprile 2016 n. 4 (Legge provinciale sullo sport 2016) e che è collocato in una zona definita dal Piano urbanistico provinciale (PUP) di interesse sovra-locale, è considerato di tale interesse anche ai fini dell’applicazione dell’articolo 90, comma 1 dei Criteri e modalità di attuazione della legge approvati con deliberazione n. 1321 del 30 agosto 2019, qualora ricorrano cumulativamente due delle seguenti tre condizioni: a) l’associazione sportiva richiedente il contributo organizza manifestazioni sportive di carattere internazionale da almeno tre anni al momento di presentazione della domanda; b) l’associazione sportiva richiedente il contributo ha un numero di tesserati per la disciplina sportiva a cui si riferisce l’impianto sportivo oggetto di intervento superiore a 500; c) il comune interessato dall’intervento ha più di 5.000 abitanti. Conseguentemente a tale precisazione, la sopra citata deliberazione 1119/2022 definisce quindi che tale interpretazione trova applicazione anche ai procedimenti amministrativi ancora aperti nonché stabilisce la riapertura - fino a martedì 12 luglio 2022 - dei termini per la presentazione delle domande di contributo di cui all’articolo 33 della legge provinciale 26 aprile 2016 n. 4, relative alla costruzione, ristrutturazione, ampliamento e miglioramento delle strutture sportive di carattere locale.

     
  • C’è tempo fino a sabato 18 giugno per per partecipare al bando - approvato dalla Giunta provinciale con deliberazione n. 862 del 19 maggio 2022 - per organizzare iniziative che favoriscono il coinvolgimento e la partecipazione di tutta la cittadinanza al percorso che porta nel 2026 allo svolgimento in Italia dei XXV Giochi Olimpici Invernali e dei XIV Giochi Paralimpici Invernali, ospitati anche in alcune località del Trentino. La sovvenzione - prevista dall'articolo 21, comma 1, lettera b) della legge provinciale 21 aprile 2016, n. 4 "Legge provinciale sullo sport 2016" - è pari all’80% della spesa ammessa e comunque con il limite massimo di 13.300 euro per ciascuna proposta progettuale presentata.

     
  • Fino al 22 maggio 2022 le associazioni o società dilettantistiche sportive che gestiscono impianti natatori possono richiedere un contributo a fondo perduto se alternativamente nel 2020 o nel 2021 hanno registrato rispetto al 2019 un significativo calo del fatturato per effetto della chiusura dovuta al perdurare della pandemia da Covid-19. Sono esclusi dal contributo i soggetti che hanno già ottenuto la concessione di agevolazioni ai sensi di altre leggi provinciali o da altri soggetti pubblici per le stesse finalità al momento di presentazione della domanda.

     
 
 
 
credits | note legali | Intranet | scrivi al gruppo web | Cookie Policy